Coaching e Andragogia

I principi condivisi

L’andragogia, letteralmente “guida dell’uomo” è una teoria dell’apprendimento negli adulti collegata all’educatore Malcolm Knowles, formato presso l’università di Harvard. Lo studioso è stato professore associato di educazione degli adulti presso la Boston University per poi passare alla North Carolina State University.

Grande merito di questo importante ricercatore è aver chiarito le 6 modalità o caratteristiche attraverso cui le persone più grandi imparano. Qui di seguito l’elenco dettagliato dei comportamenti e degli atteggiamenti più diffusi ed efficaci:

  • hanno il bisogno di conoscere e di conoscere cosa impareranno, quindi la necessità di sapere quale percorso li attende e gli step che affronteranno
  • vogliono considerarsi autonomi nella valutazione di se stessi, delle proprie competenze e del proprio modo di imparare cose nuove
  • possiedono molta esperienza data l’età e questa risorsa li facilità nel perfezionare nuove modalità di comportamento con l’apprendimento
  • sono mossi ad imparare cose e comportamenti nuovi se stimolati da bisogni importanti da soddisfare. Si parla quindi di un’importante motivazione personale interna
  • sono concentrati sull’imparare con l’idea di risolvere un problema e non motivati “dall’imparare per imparare” fine a se stesso
  • hanno nei bisogni personali e nei propri valori i migliori attivatori del processo di apprendimento a scapito di ingiunzioni calate dall’alto o direttive altrui

Questi capisaldi sono stati assimilati dal Coaching sin dagli anni ’70 fino a renderli fondamenti di quello che oggi è considerato il metodo conosciuto (Elaine Cox, 2006, An adult learning approach to Coaching).

Infatti ogni professionista in questo ambito sa bene quanto sia importante rispettare e valorizzare nel cliente la sua autonomia, l’esperienza di vita, la capacità di riconoscere i propri bisogni e valori e il desiderio di sentirsi protagonista.

Tutto ci mostra come il Coaching attinga a piene mani dalla filosofia, dalla pedagogia e dalla sociologia con l’idea di integrare conoscenze diverse, utili per l’autorealizzazione dell’individuo.